Watch Dogs 2 ha venduto meno del primo

pubblicato il 21/11/2016 in News
di m4ddok

m4ddok

m4ddok

Nato nel 1987, affronta i videogiochi la prima volta nel Natale del 1993 quando sotto l’Albero trova il mitico Game Boy (Play It Loud! trasparente) assieme a Super Mario Land, da lì si è spostato poi al Super Nintendo e dopo questa parentesi sulle console della grande N arriva al PC, siamo alla fine degli anni ’90. Da allora gioca principalmente su PC, senza abbandonare mai del tutto il gaming portatile.

, ultima modifica il 21/11/2016

Secondo un’analisi rimbalzata da eurogamer.net (click per la fonte) il secondo capitolo di Watch Dogs al lancio ha venduto pochissimo rispetto al suo primo titolo, parliamo di 300.000 copie in meno. E’ opportuno interrogarsi su questa flessione perchè sembra rappresentare il mercato gaming attuale.

watch dogs

HYPE CANAGLIA
Il primo capitolo è stato protagonista di uno degli scandali da downgrade più grandi della storia videoludica.

In Watch Dogs le texture ed i modelli erano solo un pallido ricordo di quelli mostrati all’E3 addirittura di 2 annni prima che uscisse, non parliamo poi dei riflessi, molti di voi ricorderanno che nell’era videoludica del fotorealismo in Watch Dogs non eistevano dei veri riflessi neanche negli specchi!
A ciò si aggiungeva una fisica altalenante ed un gameplay più che altro ripetitivo e noioso. Alla fine ci si accorse addirittura che la dinamica principale, l’hacking, sembrava non essere veramente incidente sulla trama del gioco stesso o sul suo proseguo. Insomma un titolo disastroso accolto bene oserei definirlo.

Alla fine dei giochi è possibile e probabile che gli utenti dalla memoria più lunga si siano fermati a riflettere prima di donare nuovamente fiducia ad Ubisoft.

LE COLPE DEI PADRI
Il lancio di Watch Dogs 2 è avvenuto lo scorso 15 novembre ed in realtà la sua accoglienza da parte di media e recensori è stata più che buona, i numeri però dimostrano che l’utenza ha deciso giustamente di prendere una “pausa di riflessione” non da Watch Dogs, quanto da Ubisoft stessa, con le scarse vendite di lancio; parliamo di appena 80.000 copie in UK contro le 380.000 del primo Watch Dogs. Il titolo al momento si trova subito al di sotto di Call of Duty Infinite Warfare nella classifica delle vendite, ma come ho raccontato qui anche quest’ultimo brand ha subìto un calo dovuto forse anch’esso alla diffidenza dell’utenza, ma per cause diverse.

Le vendite in digitale segnano invece un aumento non sufficiente però a risollevare le vendite di Watch Dogs 2, secondo il mio parere questo avverrà prevalentemente via mercato digitale ed a scoppio ritardato appena l’utenza diffidente sarà tornata sui suoi passi, per pura legge pavloviana subire Watch Dogs è stato per alcuni come ingoiare un boccone amaro e dopo pur avendo fame tornano a nutrirsi, ma con più cautela.

Credo che questo sia sintomo di un utente medio più avveduto, il quale sta imparando a perdere le assuefazioni videoludiche per riguadagnare un po’ di dignità difendensosi dai soprusi più eclatanti ed assumendo un senso critico maturo. E’ necessario che i publisher capiscano come ad ogni loro azione corrisponda una reazione uguale e contraria del mercato, ognuno si prenda le su responsabilità enessuno perda la memoria.

Lascia un commento

Login to WordPress