No Man’s Sky 1.1, Hello Games completa il gioco!

pubblicato il 27/11/2016 in News
di m4ddok

m4ddok

m4ddok

Nato nel 1987, affronta i videogiochi la prima volta nel Natale del 1993 quando sotto l’Albero trova il mitico Game Boy (Play It Loud! trasparente) assieme a Super Mario Land, da lì si è spostato poi al Super Nintendo e dopo questa parentesi sulle console della grande N arriva al PC, siamo alla fine degli anni ’90. Da allora gioca principalmente su PC, senza abbandonare mai del tutto il gaming portatile.

, ultima modifica il 27/11/2016

Dal nulla Hello games risorge ancor meglio di un’araba fenice e ci consegna una patch in grado di risollevare le sorti di No Man’s Sky! Situazione incredibile e fantastica per chi come me aveva amato il concept proposto anni fa ed attendeva un gioco differente ad Agosto 2016.

Visti gli ultimi eventi, l’uscita del No Man’s Sky in versione “monca” tra mille giustificazioni, l’affondamento lento della Hello Games come riportato da recenti emigrazioni del personale verso altri progetti, nessuno e ripeto nessuno sperava in cotanto bendidio. Lo dico con le lacrime agli occhi, di gioia s’intende.

LE NOVITA’ (E CHE NOVITA’!) DELLA PATCH 1.1
Di seguito un elenco delle novità introdotte con questa patch 1.1 anche detta Foundation Update, ed in effetti è proprio qui che si “fonda” il vero No Man’s Sky, a questo punto si rivoluziona non di poco il gameplay di un titolo altresì sterile, seppur già immenso, quel genere di novità che possono avvicinare No Man’s Sky alla grandezza ed al libero arbitrio di titoli come Minecraft, ma con 1001 ragioni per essere migliore:

-All’inizio potremo scegliere una nostra via tra modalità normale (normale esplorazione), modalità survival (maggiormente incentrata sulle risorse e la sopravvivenza) e modalità creative (non devo spiegarvelo, vero? Minecraft insegna, non c’è nulla da fare n.d.r.).

-Finalmente è possibile costruire strutture grandi e piccole nell’ambiente (finalmente n.d.r.)!

-Sono state introdotte ben 13 nuove risorse.

-Sono stati aggiunti nuovi algoritmi di generazione per pianeti e biomi, questo per renderli più vari, interessanti e piacevoli da vedere.

-E’ stato introdotto un menu di accesso rapido per navigare tra i vari inventari ed oggetti (finalmente! E 2, la vendetta n.d.r.).

Gli oggetti possono essere accumulati in stack (finalmente! E tre n.d.r.).

-Ci sono alcuni miglioramenti grafici, specialmente un AA (antialiasing n.d.r.) migliorato.

DA QUI IN POI LE AGGIUNTE PIU’ SUCCOSE

Se già quelle precedenti vi hanno fatto tremare i polsi, tenetevi pronti alle aggiunte più interessanti e rivoluzionarie!

I savepoints potranno essere costruiti sfruttando le risorse (craftati n.d.r.) e posizionati.

Si potranno craftare degli automated mining harvesters (minatori automatici, n.d.r.) da posizionare sulle risorse, quindi potremo automatizzare in toto la raccolta!

Si potrà reclamare un pianeta facendolo diventare la propria casa.

-Sul pianeta potrà essere costruito un avamposto in maniera modulare con una base abitabile.

-La base e l’avamposto saranno totalmente personalizzabili, potremo costruire stanza per stanza con tanto di decorazioni.

-Dal video si deduce come potremo avere più tipi di armi e mining beams (raggi minerari), infatti in una scena del nostro avamposto vediamo una specie di rastrelliera con diversi tipi di questi oggetti appesa al muro.

Le piante avranno un loro ciclo vitale e le risorse da esse potranno essere raccolte solo quando giunte a maturazione, si potrà quindi coltivare sia all’esterno che in apposite stanze/serre della nostra base.

-Nelle stazioni orbitali sarà possibile reclutare personale alieno per svolgere varie mansioni (!), parliamo in pratica di aiutanti che potremo sistemare nel nostro avamposto (e non solo! c.f.r. dopo) per svolgere funzioni precise, saranno specializzati in armi, coltivazione, scienza, ingegneria. Questo permetterà di ricercare autonomamente nuove scoperte!

-Sarà possibile viaggiare velocemente da qualsiasi punto nello spazio al proprio Pianeta/Casa grazie ad un teletrasporto.

Si possono ora acquistare gigantesche fregate! E si possono richiamare nello spazio immediatamente vicino al pianeta su cui ci si trova quando si vuole.

-Si possono teletrasportare oggetti alle fregate.

Un pianeta può essere scannerizzato interamente per vederne le risorse direttamente dallo spazio.

-Le fregate sono delle vere e proprie basi spaziali mobili del tutto simili per modularità e personalizzazione agli avamposti sul pianeta, con in più la possibilità di avere stanze esclusive, potremo ad esempio espandere i cargo delle fregate a nostro piacimento (sempre in dipendenza delle risorse che abbiamo per costruire) in modo da avere un immenso magazzino interstellare.

-Quindi le fregate possono essere upgradate nelle stanze… E nell’equipaggio che possiamo arruolare!

Ed infine la cosa più importante che Hello Games ci lascia intendere, quel “More to come” grande come un asteroide per noi speranzosi viaggiatori spaziali che apre a probabili future patch con aggiunte simili per quantità e qualità a questo Foundation Update, si spera.

Ma non divaghiamo, finalmente a noi gamer sofferenti per le promesse da marinaio, viene dato ciò che ci spetta (e per cui, in tutta sicnerità si era anche pagato n.d.r.). Grazie Hello Games! Il ritardo è perdonato.

Il trailer dell’update 1.1:

Lascia un commento

Login to WordPress